Il teorema Minzolini

Se due mafiosi si contraddicono, il secondo ha ragione.

Chi lo dice a Minzolini che Andreotti NON fu assolto per reati di mafia, ma ritenuto colpevole in appello e poi però il reato andò in prescrizione e non si poté concludere il processo?

Da Wiki: Andreotti è stato sottoposto a giudizio a Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa. Mentre la sentenza di primo grado, emessa il 23 ottobre 1999, lo aveva assolto perché il fatto non sussiste, la sentenza di appello, emessa il 2 maggio 2003, distinguendo il giudizio tra i fatti fino al 1980 e quelli successivi, stabilì che Andreotti aveva «commesso» il «reato di partecipazione all’associazione per delinquere» (Cosa Nostra), «concretamente ravvisabile fino alla primavera 1980», reato però «estinto per prescrizione». Per i fatti successivi alla primavera del 1980 Andreotti è stato invece assolto.