Noto una certa somiglianza…


E voi? 😀

Polemiche per la messa in onda su Raidue di Speciale oroscopo: secondo molti cattolici “fomenta la superstizione”. Che è il genere di cose su cui le religioni vogliono l’esclusiva.
Fonte

Raidue dedica l’intera prima serata di oggi alle previsioni astrologiche. Il Consiglio Nazionale degli Utenti, organismo dell’Agcom, e il presidente dell’associazione telespettatori cattolici (Aiart) protestano, secondo quanto riportato dal Corriere: “Il rischio è che si sfrutti la superstizione, la credulità o la paura, in particolare delle categorie di utenti psicologicamente più vulnerabili” dice il CNU; il presidente Aiart afferma che “Si tratta di una superstizione che non dovrebbe essere alimentata dalla tv, in special modo quella pubblica”. Paura della concorrenza?
Fonte

Annunci

20 thoughts on “Noto una certa somiglianza…

  1. elisa ha detto:

    ciao,
    allora, metto in dubbio “la somiglianza” di cui parli..ti avverto già da ora che mi tengo un pò sul generico:
    dipende da cosa intendi per superstizione..l’idea dell’oroscopo in sè, è la previsione di eventi futuri che non sarebbero ricollegabili ad uno specifico comportamento del soggetto, non c’è un’effettiva relazione causa-effetto, solo l’appartenenza ad un dato segno (con tutte le varie differenziazioni del caso tra ascendenti ecc..); mentre la “superstizione”(uso le tue parole) della religione, implica una sorta di relazione causale..il comportamento che si tiene durante la vita ha ripercussioni sulla “vita eterna”..quindi l’ottica da cui partono entrambi è diversa..
    inoltre mentre la religione dà “consigli” sul comportamento da tenere e rende la persona responsabile delle proprie azioni..l’oroscopo invece è categorico, il soggetto è deresponsabilizzato..
    quindi, carina la tua provocazione..forse un pò scontata e banale..perchè non entri nel merito..quindi scusa se nemmeno io sono entrata nel merito delle mie opinioni personali e mi sono limitata all’aspetto puramente formale..
    però ammetto la mia curiosità e spero che ti esporrai..così da capire meglio il tuo pensiero..e poter poi esporti il mio..:D
    p.s.
    potevi scegliere un’altra foto..la chiesa non ha riconosciuto la veridicità delle lacrime della Madonna di civitavecchia..mi sa che sono meno “superstiziosi” di quello che credi.:D..
    p.p.s.s.: con calma cercherò di leggere gli altri post che hai scritto per farmi un’idea..

    • Neuro ha detto:

      Premessa:
      errato il punto di partenza.
      Ti soffermi solo sul termine “superstizione” derivata dalla battuta, ma la notizia è la seconda ed è più ampia, infatti contempla anche “credulità e paura”. Approfondendo, questo metodo per cercar ragione, si chiama “strumentalizzazione” 😉

      Premesso questo, è errata anche la relazione oroscopo-superstizione.
      Chi crede nell’oroscopo non può esimersi dall’essere superstizioso. Infatti, credere in un qualcosa che in teoria (perché non è provato, anzi è provato il contrario) dovrebbe dirti il tuo carattere, il tuo andamento finanziario, amoroso, o svelarti avvenimenti importanti, tipo la morte di qualche personaggio influente, una qualche catastrofe e via dicendo, non può non influenzare la tua vita sociale, sempre per chi ci crede (causa-effetto).
      Se invece non ci credi e per te l’oroscopo è solo l’appartenenza ad un segno senza nessun senso, non capisco allora perché voler seguire Paolo Fox alla TV. Quindi associare l’oroscopo alla superstizione è più che legittimo, per chi non crede.

      Religione:
      inoltre mentre la religione dà “consigli” sul comportamento da tenere e rende la persona responsabile delle proprie azioni..l’oroscopo invece è categorico, il soggetto è deresponsabilizzato..

      Nulla di più falso. La religione, qualunque religione è categorica per definizione.

      La religione non dà consigli, la religione “educa” imponendo una sola ed unica verità, infatti se non la segui sei al di fuori della religione stessa: “non avrai altro Dio all’infuori di me”. Non si chiamano “i 10 consigli”, ma “i 10 comandamenti“. Un consiglio può essere messo in dubbio, un dogma di fede no. Sulla responsabilità poi non sono d’accordo, visto che le peggiori nefandezze sono state fatte (e si continuano a fare) proprio in nome di religioni, delegando la morte di persone al volere divino, sempre con la scusante della “salvezza divina”, dell’ “infedele” ecc…

      potevi scegliere un’altra foto..la chiesa non ha riconosciuto la veridicità delle lacrime della Madonna di civitavecchia.. mi sa che sono meno “superstiziosi” di quello che credi

      Premesso che clero e religione, sono legati, ma non sono la stessa cosa…

      Qui direi che mi stai cambiando strada, o ti stai contraddicendo, o la tua strumentalizzazione iniziale è venuta a galla, perché ora non capisco più se è solo l’oroscopo a non far parte della sfera della superstizione o anche la religione 😉

      Cmq per tagliar la testa la toro (citando l’oroscopo) ti porto l’etimologia della parola superstizione, da wikipedia:

      Nel significato originario (Cicerone) indicava coloro che insistentemente si rivolgevano alla divinità con preghiere, voti e sacrifici, affinché li serbassero “superstiti” (cioè sani e salvi) http://it.wikipedia.org/wiki/Superstizione

      ^__^

  2. elisa ha detto:

    premesso che spero tu sappia che non si giungerà nè da parte mia nè da parte tua al riconoscimento dell’opinione dell’altro come giusta..
    inizio la replica..:D

    – sì, in effetti credo di essermi spiegata male…l’oroscopo rientra per me nell’idea di superstizione che esprimi tu..quindi nella sua connotazione negativa..sempre se ne esiste una positiva..:D..mentre invece reputo la religione al di fuori di tale definizione,..certo è un’opinione personale..riesco ad inserirla nell’ottica superstiziosa solo se parliamo di persone con una fede limitata al catechismo..una fede “bambina”..ma immagino tu voglia riferirti al fatto che, deduco dalle tue parole, Dio non esiste, di conseguenza il credere in Lui diviene solo un prodotto mentale che soddisfa un bisogno di “infinito” proprio dell’uomo..se è così, direi che potremmo comunque evitare il discorso sull’ esistenza o meno di Dio..ok?tanto non si arriverebbe da nessuna parte..e continuiamo con la replica..

    – i comandamenti..religione categorica..dogma di fede..mah..allora in primis i comandamenti: la denominazione non è quella originaria in quanto gli ebrei parlano di Decalogo, dieci parole, quindi possiamo passare oltre ed evitare di attaccarci al fatto che in quanto chiamati “comandamenti” implicherebbero una prescrizione..per chi ha fede e per chi conosce il Vangelo ( dò per scontato il fatto che sai che parlo nell’ottica cattolico-cristiana) essi rappresentano i doveri essenziali e indirettamente i diritti fondamentali della natura umana. Gesù stesso riassume i comandamenti dandogli formulazione positiva nell’unico comandamento dell’amore..quindi il comandamento da rispettare per il cristiano è l’amore in tutte le sue forme, verso gli altri e verso Dio..cosa che dovrebbe fare (almeno verso gli altri) ogni uomo a prescindere che creda o meno..
    inoltre..lo stesso Gesù si distingue nel vAngelo per rispettare lo spirito della legge ma non la sua letteralità..per esempio, Egli, ebreo, compie “miracoli” di sabato giorno in cui secondo la leggere ebraica ci si dovrebbe riposare..(è solo un imput che ti dò..parlare dei comandamenti è in effetti troppo lungo..speroperò di averti dato un’idea di ciò che penso al riguardo)..
    riguardo alle nefandezze compiute in nome della religione..entriamo nell’ottica del fanatismo..dell’estremismo..che c’è in tutte le religione..quella cristiana compresa..e secondo me parte dall’errata supposizione della mente umana di comprendere perfettamente ciò che di per sè è da considerarsi infinito basandosi esclusivamente sulla letteralità..(discorso troppo lungo)..

    sul fatto che la religione sia categorica..dipende cosa intendi per “categorico”..mi spiego meglio..essa implica un atto di fede..credere in qualcosa che non è tangibile..che non si vede..che non si può provare..ora..forse tu pensi sia un qualcosa di illogico..ma prova a pensare: se credo nell’esistenza di Dio come potrei non seguirne gli insegnamenti? ciò andrebbe contro ciò in cui credo..nella sua irrazionalità ciò è quasi logico..non trovi?
    cerca di tralasciare per un attimo il fatto che per una mente logica come è la tua ciò sia inconcepibile..ok?

    i dogmi di fede..ecco..in effetti sono verità assolute stabilite dalla chiesa,essi sono stati creati allo scopo di distinguere la fede dalle eresie..in un periodo in cui ciò sembrava necessario..sono verità che non si dovrebbero mettere in dubbio..ammetto che a volte creano problemi anche a me..solo perchè mi rendo conto che provengono da uomini..con tutti i loro limiti..quindi su questo qualche dubbio ce l’ho anch’io..devo pensare meglio a questo concetto..

    -clero e religione..sì, sono d’accordo: sono legati e naturalmente non sono la stessa cosa..su questo punto nulla da dire..come già espresso, l’uomo non è infallibile..

    – tesoro, “strumentalizzare” implica uno scopo..ora io, scopi particolari non ne ho, al massimo mi sto solo divertendo a chiaccherare con te..inoltre sono, anzi, siamo entrambi consapevoli del fatto che non arriveremo ad una soluzione o ad un compromesso..anzi..nessuno di noi l’ha mai avuto in mente, spero..ed è ciò che rende così “bellino” sto scambio di idee..

    consiglio per la lettura della replica: cerca di andare oltre alle parole scritte..dopotutto sai quanto è complicato esprimere i propri pensieri e farli capire agli altri come si vorrebbe..

    ciao ciao 😀

  3. Daniele ha detto:

    Provocazione per Neuro: Non siete 2 Capricorno vero???? ahahahahahahaha

  4. elisa ha detto:

    visto che il mondo è pieno di pignoli..
    iMput è solo un errore di battitura..uff..

  5. Neuro ha detto:

    premesso che spero tu sappia che non si giungerà nè da parte mia nè da parte tua al riconoscimento dell’opinione dell’altro come giusta..

    Tipico dei capricorno o dei credenti … 😀

    Ok, abbiamo capito le posizioni, siam d’accordo sull’oroscopo, ora perché non siam d’accordo anche sulla religione?

    Semplice, all’oroscopo entrambi non crediamo, alla religione e a Dio invece, tu credi e io no.
    Quindi mi spiace, ma dobbiamo proprio discutere sull’esistenza o meno di Dio, o meglio sui “meccanismi logici” per cui escludi l’oroscopo dalle probabili cose possibili e Dio invece no.

    Il punto è qui:

    sul fatto che la religione sia categorica..dipende cosa intendi per “categorico”..mi spiego meglio..essa implica un atto di fede..credere in qualcosa che non è tangibile..che non si vede..che non si può provare..ora..forse tu pensi sia un qualcosa di illogico..ma prova a pensare: se credo nell’esistenza di Dio come potrei non seguirne gli insegnamenti? ciò andrebbe contro ciò in cui credo..nella sua irrazionalità ciò è quasi logico..non trovi?
    cerca di tralasciare per un attimo il fatto che per una mente logica come è la tua ciò sia inconcepibile..ok?

    Allora, se tu credi in qualcosa, qualunque cosa, è molto logico (e giusto) essere coerenti con ciò che si crede, sia nelle parole che nei comportamenti. Quindi se tu credi nella religione cattolica non dovresti dubitare dei dogmi della tua religione, altrimenti non ci credi del tutto. Sarebbe come se io ateo andassi la domenica a far la comunione, perché “non si sa mai”… Tradotto, diffido molto, da chi (la maggior parte delle persone) dice di essere cattolico o cristiano e poi magari non crede nella chiesa o in altre cose, tipo i dogmi di fede per fare un esempio. Il cercare di crearsi una propria religione è una cosa che avviene sempre più spesso con l’aumentare della conoscenza, solo che a scremar le cose non logiche in una religione si finisce a non aver più una religione 😉

    Primo passo “verso la luce”: capire che le religioni sono fallibili, attraverso le loro incoerenze, perché create dall’uomo.

    Secondo passo “verso la luce”: darsi una risposta onesta alla domanda “perché credo in Dio?”

    Torniamo all’oroscopo e a molte altre cose, la magia, la cabala, la fortuna, gli elfi, i puffi, Capitan Harlock…

    Perché escludere tutte queste bellissime cose (Capitan HarlocK su tutte) solo perché ormai le abbiamo (non tutti) assimilate come “idiozie”?
    Forse perché di solito ragioniamo col principio per cui non esistono fino a prova contraria?
    Se qualcuno ti fa l’oroscopo, verifichi se si avvera…
    Se qualcuno sostiene di riuscire a far levitare un tavolo con la forza del pensiero, gli chiedi di fartelo vedere…
    Se qualcuno dice di avere un culo sfondato al gioco, appena perde glielo fai notare…
    Se qualcuno ti dice che i puffi esistono, lo prendi per idiota.

    Battute a parte, tutto questo per cercar di far capire che chi si professa credente usa un peso ed una logica totalmente diversa da quella che userebbe in tutto il resto… quindi ci sarebbe da porsi un’altra domanda (retorica): “non è che la religione e Dio vengano dati per veri da una buona parte della popolazione solo perché esiste da moltissimo tempo, viene insegnata fin da piccoli e contiene un sacralità tale che solo il metterla in dubbio può risultare irrispettoso o addirittura blasfemo?”

    Io l’ho spiegata a modo mio, ma c’è chi prima di me c’era già arrivato e lo spiega più chiaramente.
    Forse già la conosci, ma ti lascio con Teiera di Russell
    http://it.wikipedia.org/wiki/Teiera_di_Russell

  6. Daniele ha detto:

    mmmmmmmmmm Clap Clap Clap! 🙂

  7. elisa ha detto:

    uh..
    diffidi quindi di me..:D..ahahha..
    intanto chiariamoci..sui dogmi di fede i miei dubbi riguardano il fatto che alcuni di essi sono per me incomprensibili..letteralmente..riguardano temi che in effetti esulano dai limiti di ciò che per la mente umana è comprensibile..li prendo per veri? si..ma non mi limito a questo..se mi limitassi a ciò allora sì potresti criticarmi come credente..
    credere non è prendere per vero tutto ciò che ci viene detto, così come ci viene insegnato..perchè, ripeto, questo è proprio di una fede immatura o degli estremisti..
    credere è un cammino..è un continuo porsi domande, a cui a volte non c’è risposta..è una ricerca..infinita..le domande generano altre domande..
    io non credo a chi dice di essere credente e di non aver mai messo in dubbio la propria fede..quello è un comportamento illogico e pericoloso..
    io credo..e cerco di capire..mi pongo domande..continuamente..
    conosco la teoria della teiera..ma sai bene che è solo una teoria..che vale in base a quanti vi aderiscono..più una teoria è seguita più vale agli occhi degli altri..giusto?
    è un pò il difetto che accusi nella religione..ihihih..
    comunque tu credi a questa teoria..creata da un uomo..come tale fallibile..
    cosa ti potrebbe distinguere dai pecoroni che la seguono solo perchè va per la maggiore o perchè dopotutto è simpatica??
    il porti domande e il metterla in dubbio..è il metodo scientifico..
    beh..diciamo che nel credere si dovrebbe usare lo stesso metodo..solo che lo scopo non è dimostrare..ma capire..avanzare..

    e così..tanto per citare una teoria.. Il criterio popperiano di falsificabilità ..cercala su wikipedia..o dove vuoi tu..per esempio dice che
    “Perché una teoria sia valida occorrerebbero infiniti casi empirici che la confermino; poiché questo è oggettivamente impossibile, ogni teoria scientifica non può che restare nello status di congettura….Per il metodo popperiano, quindi, ciò che conta di una teoria scientifica non è la sua genesi soggettiva, ma il fatto che essa sia espressa in forma criticabile e falsificabile sul piano oggettivo.”..:D quindi anche la teoria della teiera se prendiamo per buono il metodo popperiamo può essere criticata e messa in dubbio..non mi hai citato una teoria che potrebbe farmi cambiare idea..solo una teoria..come tale non rappresenta la verità assoluta..ma solo una verità soggettiva e perciò appartenente all’ottica della fallibilità umana…giusto?
    certo..questo se teniamo per vera la teoria di popper..anch’essa criticabile..ecc..è un circolo vizioso..:D

    scusa se son stata breve nella replica..ma oggi il tempo proprio manca..
    p.s. l’esistenza di Dio per me non è in dubbio..e su questo non puoi farmi cambiare idea..alla domanda “perchè credo?” ho dato due risposte..una logica legata all’inevitabilità dialcuni aspetti della mia fede derivante dagli insegnamenti ricevuti..e una più profonda e che sento predominante..la mia fede è il risultato di queste due componenti..

    p.p.s.s.: Capitan HArlock..ahahhaha..fantastico..:D

  8. elisa ha detto:

    dimenticavo..
    non sono un capricorno..:D

  9. Neuro ha detto:

    Stop! Ti fermo subito. Non ho mai detto di volerti convincere che Dio non esiste, non ho mai detto che la mia sia una verità assoluta.
    Partendo dalla similitudine oroscopo-religione, sto solo discutendo su quale sia la “teoria” più logica, perché la verità non ce l’ha nessuno.

    conosco la teoria della teiera..ma sai bene che è solo una teoria..che vale in base a quanti vi aderiscono..più una teoria è seguita più vale agli occhi degli altri..giusto?

    Non proprio… la “teiera di Russuell” non è una teoria, anche perché non spiega nulla. E’ un esercizio logico, un gioco di ragionamento per arrivare a metter in dubbio le credenze più radicate sulla religione e su Dio.

    Una teoria cmq (teoria dell’evoluzione ad esempio) è già un passo avanti rispetto ad una ipotesi (che è solo un’idea), perché contiene dei dati scientifici, delle prove, degli esperimenti. Rimane ancora una “teoria” e non diventa una “verità scientifica” perché non TUTTO ciò che contiene è provato o riesce a spiegare l’intero dubbio. Quindi una teoria è più credibile di un’altra, non se viene seguita da molti, ma se è avvalorata dal maggior numero di prove possibili. Per fare un esempio: la teoria del Big Bang è la teoria più valida per spiegare la nascita e l’evoluzione dell’universo, perché si riescono a portare le prove fino ad un tempo infinitesimale dopo l’inizio. L’evoluzione di Darwin, il Big Bang sono teorie, Dio è un’ipotesi.

    Poi per quanto riguarda Karl Popper e la sua teoria, sono d’accordo che nulla è vero e nulla è falso, ma a ragionar così si diventa scemi e non si arriva a nulla, anzi ad un bel paradosso; dire che “tutto è relativo” è una contraddizione in termini e non può essere vera, eppure lo è.
    Quindi, tornando a ciò che dicevo all’inizio, stiamo discutendo sulla teoria/ipotesi più logica.

    io credo..e cerco di capire..mi pongo domande..continuamente..
    l’esistenza di Dio per me non è in dubbio

    Allora, è proprio questo che sto cercando di farti capire. Perché parti da un presupposto di esistenza, quando su qualunque altra cosa (che non conosci) parti dal presupposto contrario e cerchi le prove prima di credere?
    Esempio: mi fanno ridere i credenti che mettono in dubbio la teoria dell’evoluzione di Darwin, chiedendo le prove! “Loro” che credono in Dio! Quando è più logico che discendiamo dalle scimmie piuttosto che siamo stati creati da un’entità con i super-poteri, semplicemente perché ci sono più prove che portano verso Darwin che verso Dio (anche se nessuna è ancora stata appurata per verità)…

    Concludendo:
    abbiamo gli stessi dubbi, ma è il punto di partenza (e non la fine) del ragionamento che cambia tra me e te (tra un ateo ed un credente ), tu parti da una verità assoluta senza prove, presa per vera per non si sa quale motivo (a parte quello di avertelo insegnato fin da piccola). Molto probabilmente per cercare un senso alle cose, un’illusione, quando basta guardarsi in giro (al di fuori del nostro piccolo e insignificante pianeta) per capire che è molto difficile se non impossibile poter pensare ad un “senso cosmico” quando tutto è governato da caos, desolazione, vuoto, infinito, freddo, cataclismi.

    In breve… Dio non è logico, perché TUTTO non esiste fino a prova contraria, compreso Dio, non viceversa…

  10. elisa ha detto:

    “Stop! Ti fermo subito. Non ho mai detto di volerti convincere che Dio non esiste, non ho mai detto che la mia sia una verità assoluta.”..si si..si era capito..non preoccuparti..la mia era più una battuta che una vera affermazione..

    comunque trovo divertente anch’io chi pone in dubbio la teoria di Darwin..ma tali personaggi rientrano in quelli che, secondo me ,non si pongono domande e si basano solo sulla letteralità..

    quando citavo Karl Popper era solo per fare un esempio..inoltre certo, le teorie sono tanto più valide quanto più sono le prove che le avvalorano, ma più è l’attenzione e il seguito che tale teoria solleva più saranno coloro che tenteranno di elevarla a verità assoluta o di connotarla come buffonata..ma come dici tu Russel non pone una teoria..si basa sulla logica..ora il problema è un altro..ed è ciò che effettivamente ci distingue..
    credi che in tutto ci sia logica?
    io credo anche nell’esistenza dell’illogico..
    lo stesso concetto d’infinito è fuori dalla logica umana, però se spiegassimo la realtà del mondo, dell’universo, affidandoci solo a processi razionali ci troveremmo davanti a degli ostacoli insormontabili..un esempio sono i numeri irrazionali, numeri che dopo la virgola vanno avanti all’infinito..quindi persino nella matematica (dal greco:scienza del “ciò che si apprende”) è presente qualcosa di non logico..

    quindi si, partiamo da presupposti diversi..che non è solo il fatto che il mio punto di partenza sia l’esistenza di Dio, ma anche che credo che Dio o l’infinito ( non sto dicendo che sono la stessa cosa, li metto in relazione solo perchè son concetti più grandi di noi) fanno parte dell’uomo già da quando nasce, la ricerca e l’esistenza di un qualcosa che va oltre il “finito”, per me è innata nell’uomo..certo..sono pensieri miei..basati sulle mie convinzioni..e tu dirai: hai queste convinzioni perchè ti sono state inculcate nella testa fin da piccola..
    però mi sento di risponderti che non stai parlando con una persona che non si mette in discussione..e non mette in discussione ciò in cui crede..quindi se ho deciso di credere,( perchè ad un certo punto, se è vero che abbiamo un cervello che usiamo, il credere diventa una scelta..)è perchè un cammino di domande e risposte mi ha portato a questo..
    ho scelto di credere..per questo non ho bisogno di dimostrare l’esistenza o meno di Dio..perchè la fede è questo..altrimenti non sarebbe più fede..

    non mi piace il concetto di “illusione” collegata alla fede..su questo mi son già spiegata mi pare..è proprio di una fede immatura..
    e spero di aver capito bene cosa intendi per “insignificante pianeta” cioè: se metti in relazione il nostro mondo con l’universo nel suo essere infinito, ogni cosa che accade sulla terra è ben piccola cosa..certo che però dicendo così mi riconosci il concetto di infinito come reale, ed esso secondo il pensiero razionale non è concepibile..la mente umana non è in grado di concepirlo..
    perchè, vediamo se riesco a spiegarmi come si deve, prendiamo l’idea di universo..ebbene la mente umana razionale è in grado di concepirlo come estremamente grande ma finito, se così fosse in un universo finito il nostro mondo e ciò che vi accade influirebbe sensibilmente sull’universo stesso, matematicamente parlando…
    mentre ritenendo l’universo infinito, irrazionalmente, l’influenza del nostro mondo sarebbe infinitamente piccola..
    son riuscita a spiegare dove rilevo una tua contraddizione?
    comunque non preoccuparti..sei giustificato..capisco quanto è difficile esprimere questi concetti..
    comunque sai com’è..io credo che non importa la grandezza dell’influenza che il nostro mondo e le nostre azioni hanno rispetto alla grandezza dell’universo ecc..perchè anche se infinitamente piccola tale influenza c’è..
    tralasciamo il fatto che citi il caos..anche se..posso chiederti se credi che ci sia una logica nel caos?

    sia ben chiaro che non ti sto accusando di essere troppo logico ecc..anzi..sto solo cercando di capire il tuo pensiero..e poi il fatto che questa conversazione in effetti potrebbe proseguire all’infinito è entusiasmante..ma non preoccuparti, ci si fermerà prima..:D

  11. Daniele ha detto:

    Da esterno… ha ragione Marco… ha un filo logico… Elisa… ti arrampichi sugli specchi (con il culo direbbe un amico mio)…

    L’unica cosa che (SECONDO ME – imho) potevi usare per contrastare le teorie logico-scientifiche è che credere in qualcosa ti da qualcosa in più.. indipendentemente dal fatto che sia vero o no…

    Alla fin fine.. Babbo Natale non ha mai fatto male a nessuno… però è un concetto che devo ancora elaborare… quindi non ROMPETE le palle!!! 🙂

    Se andiamo a vedere Avatar… (Marco ti interessa????) potresti anche conoscervi… ahahhahahahaah (povero Marco…)….

  12. elisa ha detto:

    siiiiii..Dani…andiamo a vedere Avatar!!!
    comunque quello che tu non hai capito e che spero abbia capito Neuro è che è naturale che non possa parlare a livello logico-scientifico..e ripeto..ciò è alla base della fede..come pensi si possa spiegare logicamente la fede? dai..sarei stata sciocca e presuntuosa se ci avessi provato, inoltre non sarei stata diversa da coloro che mettono in dubbio Darwin e l’evoluzione..su su..
    comunque che dia qualcosa in più..mi pare che su questo io e te ci siam già chiariti e che per la sottoscritta sia assodato..quindi se dovevi fare un intervento..
    potevi limitarti a consigliare la visione di Avatar..
    😀 a proposito quando andiamo???

  13. Daniele ha detto:

    dopo il 15??? ahahahahah

  14. Neuro ha detto:

    Non mi avventuro nella discussione sull’ “infinito-caos-Dio”, perché sarebbe altrettanto lunga anche se interessante. Dico solo che non condivido: per me l’uomo conosce bene il concetto di “infinito”, perché presente in tutte le cose che lo circondano se non si ferma alle apparenze, il concetto è ben espresso nella prima legge della termodinamica, quindi alquanto logico e razionale.
    Trovo anche non coerente il tuo (ma non solo tuo fidati) discorso “sul cammino di domande e risposte” per arrivare a “scegliere Dio”. Se così fosse avresti usato la ragione per arrivare ad una risposta irrazionale e la cosa non regge molto.

    Cmq riassumendo mi pare di capire che anche per te la fede rientra nell’irrazionale/non logico, perché tu dici di credere nell’illogico. Quindi non basato su logica e raziocino, ma su istinti…

    … e su cosa meglio della superstizione, della credulità e della paura si basano questi istinti?

    Per me la discussione termina, perché siamo arrivati al punto di partenza (e ora siamo d’accordo), e cioè che religione e oroscopo sono molto simili, perché fanno parte dell’irrazionale, della “non logica”, degli istinti e quindi comprendono anche la superstizione, la credulità e la paura 8)

    p.s. Avatar mi ispira poco, ma si può fare… basta non si parli di religione o di Paolo Fox! 😀

  15. elisa ha detto:

    uff…è effettivamente troppo complicato discutere di queste cose utilizzando solo parole scritte che non hanno lo stesso valore dei pensieri..non li sanno esprimere a dovere..sono facilmente criticabili formalmente..
    quindi effettivamente questa discussione è nata già di per sè viziata..
    ragione e sentimento..
    ragione e fede..
    dilemmi atavici..
    che si trovano su piani diversi..le parole usate per spiegare l’uno e l’altra hanno valenza diversa pur se le stesse..difficile da farti capire..
    comunque grazie mille della chiaccherata..è stato divertente..
    e riguardo al cinema: non preoccuparti..niente Paolo Fox o religione..e se Daniele tira fuori il discorso mi aiuterai a picchiarlo!!!

  16. Daniele ha detto:

    Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!! Dubbio!!!

    hihiihii.. sono nato per questo!!!!! distribuire Dubbio!!!

  17. franklinguamozza ha detto:

    Bel post e blog molto interessante!
    Ripasserò senz’altro! Anche noi parliamo di oroscopi in maniera del tutto particolare, non mancare!!

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/04/26/oro-scopo-ci-siamo-capiti-no/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...