Forum (per il) Nucleare Italiano?


Campagna promozionale costosissima, con dvd nei quotidiani, spot tv e YouTube: tutto per pubblicizzare il sito http://www.forumnucleare.it. Pulito, coinvolgente e democratico. Ma dietro la faccia di Chicco Testa ci sono i due colossi dell’energia. E il marketing seducente si insinua nella Rete del decennio 010

…a guidare ForumNucleare.it, che è una “associazione no profit”, ci sono Enel e Edf, ovvero colossali bracci e menti italo-francesi del nucleare targato governo Berlusconi. Il loro nome, però, e i loro loghi, risultano invisibili. Non ci sono nello spot. Non ci sono nell’home page del sito. Per trovarli occorre scaricare il Pdf dello Statuto dell’associazione, scritto in burocratico carattere Lucida – quando invece il resto del sito è, ovviamente, graficamente ineccepibile – a pagina 2, al punto 6.1 (lo pubblichiamo in Pdf, in alto sulla destra). Dal Sole24Ore apprendiamo poi che, oltre ai due soci fondatori, il Forum Nucleare Italiano ha imbarcato come soci anche Alstom power, Ansaldo nucleare, Areva, Confindustria, E.On, Edison, Federprogetti, Flaei-Cisl, Gdf Suez, Politecnico di Milano, Sapienza – Università di Roma, Sogin, Stratinvest Energy, Techint, Technip, Tecnimont, Terna, Uilcem, Università di Genova, Università di Palermo, Università di Pisa, Westinghouse.
Ecco, qui, spiegato il motivo del nostro articolo. L’esposizione del marchio e della forza di una impresa rappresentano il classico punto di forza di qualsiasi campagna pubblicitaria. In questo caso, invece, sono praticamente occultati dietro l’associazione Forum Nucleare Italiano. Come se McDonald non vendesse hamburger ma aprisse uno studio dietetico nella vostra città dove vi aiutano a verificare che in una dieta equilibrata, assieme al pesce e vegetali, la carne ci sta bene. Come se la Fiat non vi invitasse ad acquistare automobili, ma vi facesse conoscere il funzionamento del motore con l’apertura di un centro nel vostro quartiere.

Fonte

È in tv solo dal 19 dicembre (su Rai, Mediaset, La7, Sky e canali satellitari), ma in rete ha già scatenato un vespaio di polemiche, invettive, analisi. È stato anche denunciato all’Antitrust come pubblicità ingannevole e, per dimostrarne l’ingannevolezza, è stato persino costruito un controspot.

Parte male, insomma, la campagna tv realizzata da Saatchi & Saatchi per pubblicizzare il Forum Nucleare Italiano. Perché male? Perché molti in rete hanno notato che lo spot è costruito in modo da mettere in buona luce le tesi a favore del nucleare, e in cattiva luce gli antinuclearisti. Questi i motivi evidenziati nei vari blog e siti:

1. colore degli scacchi: bianco (= bontà, purezza) per il nuclearista, nero (= oscurità, male) per l’antinuclearista;
2. voce fuori campo: più morbida quella del nuclearista, più aspra quella a sfavore;
3. ogni botta e risposta si apre con una tesi breve contro il nucleare e si chiude con una risposta, più estesa, a favore: le tesi nucleariste hanno sempre l’ultima parola, oltre ad avere più spazio;
4. l’intero spot si chiude a favore.

Fonte

Pensate che le cose scritte qui sopra siano solo fisime per cercare il complotto ovunque? Allora provate a guardare lo spot originale (primo video) e lo spot modificato dagli antinuclearisti per dimostrare questa tesi…

Originale

Modificato

Annunci

One thought on “Forum (per il) Nucleare Italiano?

  1. Paolo Palmacci ha detto:

    A seguito della conclamata ingannevolezza mediatica dello spot della Campagna TV del Forum Nucleare Italiano che ci stanno inoculando prima, durante e dopo i pasti, soWWWersiva_Mente ha deciso di riequilibrare appena un po’ il dibattito attraverso questo contro-spot

    Buona mossa a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...