Ice Bucket Challenge, ovvero come pulirsi la coscienza con l’acqua ghiacciata


renzi-sla-ice-bucket-challenge

 

 

In Italia, nonostante le docce a raffica di showgirl, ministre e rock star, gli euro incassati non arrivano neppure ai classici sei zero. Quanti? Solo 33mila euro, davvero pochini e imparagonabili con il milionario raccolto americano. Dunque una misera cifretta che non può certo tappare la bocca a nessuno, tantomeno a chi ritiene la campagna non solo inutile, ma perfino dannosa. Lo dice addirittura il promotore italiano dei gavettoni benefici: Massimo Mauro, ex calciatore, giornalista di Sky e presidente dell’Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica). Mauro rivela che  l’Ice Bucket Challenge de’ noantri ha prodotto donazioni davvero scarse, soprattutto da parte dei vip. «L’80 per cento delle donazioni», rivela, «sono arrivate via Pay Pal da persone comuni, con donazioni da 5, 10 e 50 euro. Qualche cantante si è spinto fino a 500, massimo 700 euro, ma non voglio fare nomi». Eppure, a scendere in giardino e a farsi splashare con litri d’acqua gelata c’erano nomi di tutto rispetto (si fa per dire): Belen, Elisabetta Canalis, Prezzemolo-Fiorello (non manca mai), Celentano, Jovanotti, Mario Balotelli, Maria De Filippi, Emma Marrone, Marco Mengoni, il presidente della Juventus, Andrea Agnelli (che ha nominato il suo “nemico” in Figc, Carlo Tavecchio). Insomma, griffe dai cachet stellari e imprenditori cui certo non mancano i mezzi per fare beneficienza ad alti livello e a più cifre. È prevista a breve anche la performance di Luca Cordero di Montezemolo: lui in Ferrari è abituato alle docce gelate. Gli organizzatori ora contano su di lui perché dopo l’innaffiata in costume, solo pochi vip si sono rivestiti e hanno messo mano al portafogli. Insomma, tanta acqua fresca, ma di euro solo una manciata.  E che dire di Belen che un attimo prima d’essere gavettonata si chiede sorridente: “Ma perché lo devo fare?”. Già, perché? Bisognerebbe avere ragione e convinzione, ma tant’è: così fan tutti e vai col secchio.

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...