Bianco e Nero con Gimp

http://www.gimp.org/

G.I.M.P. (GNU Image Manipulation Program) è un ottimo software libero professionale per il fotoritocco. Approfittiamo quindi dell’uscita della nuova release (2.6) per vedere come modificare le nostre foto, dal colore al bianco e nero (BN).

http://it.wikipedia.org/wiki/The_GIMP

Come regola di base, è consigliabile sempre scattare a colori e fare la conversione in BN poi al computer, questo per avere due scatti da poter paragonare (non sempre il BN è la scelta migliore) e l’elaborazione con un software apposito è sempre migliore e più gestibile della conversione fatta dalla fotocamera.

Prendiamo una foto che sarà elaborata (non badate alla qualità della mia sveglia! 😉 )

Prima di iniziare, se abbiamo un computer abbastanza “potente” (almeno 2gb di RAM) abilitiamo le librerie GEGL (http://gegl.org/) per avere una maggiore sensibilità nei parametri livelli/colori e usare quindi formati a 32bit invece che 8 (nel menù “colori” spuntare la voce “usa GEGL”).

Esistono vari metodi per creare un’immagine in BN, di seguito spiegherò i principali e più efficaci:

  1. Desaturazione: nel menù colori scegliamo “desaturazione”, si aprirà una nuova finestra che ci darà l’opportunità di selezionare tre modalità su cui le sfumature di grigio dovranno basarsi: luminosità, lucentezza o la media di entrambe. Se spuntate la voce “anteprima” potrete vedere il risultato direttamente sull’immagine e così farvi un’idea prima di applicare il cambiamento. Per questa immagine ho scelto “luminosità”

  1. Decomposizione RGB: sempre nel menù colori andiamo su “componenti” e “decomponi”, anche qui possiamo scegliere varie modalità, ma in questo caso preferisco la decomposizione RGB perchè è quella più “naturale”.

  1. Mixer canali: menù colori, ancora componenti e “mixer canali”. Apparirà una nuova finestra dove appunto possiamo mixare i 3 canali RGB. Spuntiamo “monocromatico” e “anteprima” e agiamo sulla variazione di percentuale del rosso, verde e blu. Consiglio di fare in modo che la somma delle percentuali dei singoli colori non superi mai di molto il 100%. Nel nostro esempio, rosso 60, verde 30 e blu 10.

Ovviamente una volta scelto il metodo che più si preferisce per creare la foto in bianco e nero, è consigliabile agire anche sui livelli e le curve per personalizzare ulteriormente il risultato finale.

Annunci

4 thoughts on “Bianco e Nero con Gimp

  1. Ennio Valotto ha detto:

    Io uso solo Gimp pero’ non ho o non ho mai trovato queste Desaturazione, Decomposizione, Mixer Canali. Cerchero’ ancora perche il BWmi piace da matti e certe foto diventano tutta un’altra cosa in BW. Grazie del suggerimnto Enno

  2. pettethappy-online ha detto:

    quello che stavo cercando, grazie

  3. walter ha detto:

    ma il BN è una cosa diversa…..con Desatutazione di GIMP riesco a fare foto in scala di griglio. Con GIMP si fa il BN? Grazie

    • Neuro ha detto:

      Quando si parla di bianco e nero solitamente si intende “in scala di grigio”. Se invece vuoi proprio utilizzare solo il bianco e il nero devi trasformare l’immagine a 1bit. Nel menu: Immagine –> modalità –> indicizzata e segli quello che vuoi (bianco/nero 1bit). Se invece vuoi gestire meglio la scala dei grigi, il metodo migliore è agire sui canali e non usare la desaturazione. Spero di essere stato chiaro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...